• Just Anam

Less is more...

Aggiornato il: 12 mar 2020

Diventare minimalista è una delle scelte migliori che potessi fare. Il Minimalismo non è sinonimo di rinuncia anzi è l’opposto… significa aumentare, arricchire la nostra vita con ciò che per noi è più importante. “Less is More” cioè “meno è meglio”: è un motto del Minimalismo. Meno insoddisfazione, stress, malcontento e più libertà, maggiore attenzione agli eventi significativi della vita.


Questo è ciò che il Minimalismo realmente rappresenta.


PERCHÈ?


Se sei arrivato sino a qui significa che il Minimalismo é già parte integrante della tua vita oppure ne sei incuriosito… ed in questo secondo caso dovresti porti una domanda…. Perchè? Qual è la ragione che ti ha portato a volerne sapere di più sul Minimalismo? E’ probabile che tu abbia realizzato che tutto ciò che possiedi non ti rende così felice come pensavi oppure avverti un senso di insoddisfazione, irrequietezza nonostante tutti i comfort di cui disponi…


Per me, la ragione principale è stata un forte desiderio di cominciare a fare qualcosa che rappresentasse un valore aggiunto nella mia vita, che le desse un significato più profondo e che mi portasse gioia… come ad esempio prendermi cura di me, delle persone che amo, della mia crescita personale… ma per trovare il tempo di fare tutto questo dovevo prima creare dello spazio e liberarmi di tutto l’eccesso.


Puoi liberarti di tutto quello che hai, tornare a casa la sera e sentirti insoddisfatto comunque… quindi la tua motivazione è fondamentale. Ed in tutto questo ricorda che non c’è fretta, non c’è pressione, nessun cambio definitivo e assoluto… fallo a cuor leggero, puoi sempre tornare in dietro alle tue vecchie abitudini se non ti piace…ma scommetto che non sarà così.


NESSUNA REGOLA


La prima regola del Minimalismo è… che non ci sono regole. E’ importante che tu ti senta bene con quello che fai, che le tue azioni siano in linea con i tuoi valori… se non ti senti a tuo agio gettando via vecchie fotografie o giocattoli della tua infanzia… beh, non farlo. Arriverà probabilmente il momento in cui lo farai naturalmente ma non devi forzarti o farlo perché te l’ha detto qualcun altro, mai. Sperimenta ciò che a te sta bene e che ti dà felicità. Io avevo tonnellate di foto che non guardavo mai e tenevo in una scatola ad ammuffire… le ho scannerizzate ed ho acquistato una cornice digitale che mi permette così di guardarle più spesso (ovviamente la versione cartacea l’ho gettata… però solo quando mi sentivo veramente pronta) ma come ho detto… è un’opzione che hai, devi sentirti a tuo agio con le scelte che fai.


NON GIUDICARE


Una regola… che a mio parere è importante non solo nel Minimalismo ma in generale nella vita è…. non giudicare. Non giudicare le scelte degli altri. Se il tuo partner non si sente a suo agio con l’idea di liberarsi delle sue cose…. è ok. E’ una scelta che devi rispettare, persone diverse significa personalità diverse ed esigenze differenti… e comunque ci sono buone probabilità che chi ami, vedendo quanto tu sia più sereno e felice con meno, voglia provare questo percorso. L’importante è avere valori simili, il rispetto per esempio…mio marito non è minimalista, abbiamo ancora qualche scaffale colmo di libri ed attualmente è l’unico in casa a dover fare il cambio degli armadi.



ESPERIENZA PERSONALE


Credo che il punto di partenza sia stato il mio viaggio da sola in Africa qualche anno fa, in Tanzania, in un villaggio minuscolo bellissimo alle pendici del Kilimanjaro… lì ho realizzato quanto fossi felice pur non avendo praticamente nulla. E poi ho visto “per caso” il documentario dei Minimalists (Joshua Fields Millburn e Ryan Nicodemus). Confesso che hanno contribuito molto ad aggiungere valore alla mia vita e non appena posso ascolto tutt’ora il loro podcast.


QUINDI


Spero di averti ispirato ad approfondire ed eventualmente introdurre il Minimalismo nella tua vita con un pò di spensieratezza.


536 visualizzazioni